Antonio Rotondo: Il radiologo com’era e come sarà

News
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

il radiologo era e dovrà essere radiologo clinico, a contatto con il paziente, non farsi sottomettere dalla tecnologia ma governarla. Altrimenti rischia di diventare ghost specialist. La tecnologia da sola può diventare una mela avvelenata.
La formazione di base è fondamentale.
Il radiologo del futuro è un combattente che conosce la tecnologia, sa fare e sa essere.
Il vero radiologo deve avere una qualità in particolare: la curiosità.
Il radiologo trova sempre quello che cerca, ma cerca solo quello che sa.