Art
15
Gio, Nov

Top Stories

La SIRM è una società scientifica e, come tale, ha fra i suoi scopi istituzionali e statutari quello di promuovere e garantire la formazione continua e l’aggiornamento professionale dei propri soci.

I professionisti sanitari hanno l'obbligo deontologico di aggiornare costantemente le proprie competenze, in modo da offrire ai propri pazienti un’assistenza efficiente, efficace e di qualità.
L’avvio del Programma nazionale di Educazione Continua in Medicina nel 2002, in base al DLgs 502/1992 integrato dal DLgs 229/1999 che avevano istituito l’obbligo della formazione continua per i professionisti della sanità, ha rappresentato un forte messaggio nel mondo della sanità.
Anche per il triennio 2017-2019 è confermato per i medici l’obbligo di acquisire 150 crediti formativi, mediante corsi residenziali o attività di formazione a distanza.
Il controllo dei crediti acquisiti può essere effettuato on line, nel sito del Co.Ge.A.P.S. (Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie), l’organismo che riunisce le Federazioni Nazionali degli Ordini e dei Collegi e le Associazioni dei professionisti della salute che partecipano al programma di Educazione Continua in Medicina.
Cliccando sul seguente link:

http://application.cogeaps.it/cogeaps/registrazioneProfessionista.public

si accede alla pagina di registrazione, dove inserendo i propri dati personali ed il numero del tesserino di iscrizione all’ordine dei medici, si ottengono le credenziali per consultare l’area ECM.

Cliccando sul seguente link:

http://news.sirm.org/index.php/it/myecm/cogeaps

si accede all’area riservata, dove sono riportati tutti i crediti ECM acquisiti dal 2002 ad oggi.

Per dubbi, informazioni, quesiti è possibile interpellare la segreteria ECM SIRM cliccando sul seguente link, dopo aver effettuato il login nel sito SIRM

http://news.sirm.org/index.php/it/myecm/contatti

La pagina è disponibile soltanto per i Soci SIRM registrati

Add a comment

Inaugurazione del Convegno congiunto delle Sezioni di Studio di Ecografia, di Radiologia Addominale e Gastroenterologica, di Mezzi di Contrasto e di Etica e Radiologia Forense

Add a comment

Dal 5 al 7 ottobre Roma ospita il 39º Congresso Nazionale dell’Italian College of Interventional Radiology (ICIR).

Sono molte le novità che caratterizzano questa edizione.
In primis, la maggiore unità dei Radiologi Interventisti italiani, sotto una “casa madre” sempre più incline a coniugare la “visione interventistica” a quella diagnostica, con l’intento di incrementare la centralità del radiologo nei vari percorsi diagnostici terapeutici.
Largo spazio è stato dedicato ai giovani: non solo nella parte rivolta alla presentazione di casi clinici su cui discutere (novità!), ma anche nello spazio destinato ai laboratori e all’incontro con gli “esperti” della materia.
Ulteriore innovazione è il supporto ai giovani: è prevista una sessione “contest”, top ten abstracts, dove i primi tre classificati riceveranno riconoscimenti per favorire la formazione in modo continuativo, supportandoli nella loro crescita culturale e professionale.

Altra novità è rappresentata dal sito web del congresso, dove sono presenti sia le comunicazioni organizzative (sede congressuale, come raggiungerla), sia le linee guida per i moderatori e per gli speakers, sia il format di presentazione delle comunicazioni e dei casi clinici.

Ancora, la sede congressuale è congiunta a quella alberghiera per favorire il massimo contatto tra i partecipanti, in modo da sviluppare le reti di conoscenze e di integrazione.
Il programma scientifico è orientato verso quello che è il motivo conduttore del congresso: tra tradizione ed innovazione. Sono previste sessioni su argomenti consolidati, che rappresentano l’architettura della nostra professione, ma anche comunicazioni in quei settori che cominciano ad assumere sempre più consistenza clinica e costituiranno il futuro.

 

Maurizio Cariati & Stefano Pieri

 

Vai al sito del Congresso ICIR 2017

 

Add a comment